ARCI SOLIDARIETA' VITERBO



Arci Solidarietà Viterbo è una associazione di volontariato nata nel 2004; è iscritta dal 2006 al Registro Regionale delle organizzazioni di volontariato della Regione Lazio nella sezione servizi sociali; è iscritta al registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività a favore degli immigrati (n. di isc. A/302/2004/RM).
L’associazione opera nel territorio con attività nell’ambito della detenzione, dei minori e del mondo dell’immigrazione, con particolare attenzione rivolta al tema della tutela e dell’integrazione dei richiedenti asilo e rifugiati.
Dal 2005 organizza nel territorio provinciale la Giornata Mondiale del Rifugiato, indetta il 20 giugno dall’ UNHCR – Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. In tale occasione vengono realizzati convegni sul tema dell’asilo e dell’accoglienza, eventi teatrali e musicali, laboratori per i minori, che vedono la attiva partecipazione di persone migranti e rifugiate presenti sul territorio.
Dal 2005 realizza nelle scuole della provincia laboratori interculturali e incontri di sensibilizzazione sui temi dell’immigrazione e dell’asilo, dedicando particolare attenzione alle problematiche relative ai rifugiati e ai richiedenti asilo e portando a conoscenza di allievi e docenti dei progetti del Sistema di protezione presenti sul territorio provinciale.


SETTORE ASILO/IMMIGRAZIONE


PROGETTI SPRAR RIFUGIATI


Lo Sprar è il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, istituito ai sensi dell'art. 32 della legge 189/02 ( la cosiddetta Bossi-Fini ), al fine di sostenere e finanziare gli enti locali - comuni e province - che prestano servizi di accoglienza, tutela ed integrazione per richiedenti asilo, rifugiati e destinatari di altre forme di protezione internazionale. La legge ha inoltre istituito il Servizio Centrale, affidato tramite convenzione dal Ministero dell'Interno all'ANCI, il quale svolge attività di coordinamento e assistenza dei progetti territoriali, nonchè di monitoraggio delle presenze e dei servizi.

Il Sistema di Protezione per Richedenti Asilo e Rifugiati è costituito ad oggi da una rete di 123 enti locali su tutto il territorio nazionale, per un totale di 3000 posti di accoglienza.

Arci Solidarietà Viterbo è ente gestore dei progetti!

Dal luglio 2001 nella provincia di Viterbo sono stati attivati 4 progetti di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati dai comuni di Acquapendente, Bassano Romano, Bomarzo, Celleno, Oriolo Romano, Orte, Viterbo.

Gli obiettivi del progetto sono: l'accoglienza, la tutela, l'integrazione di richiedenti asilo e rifugiati.
Sono state accolte 306 persone provenienti da: Kirghizistan, Kazakistan, Kossovo, Macedonia, Ucraina; Turchia, Sierra Leone, Eritrea Etiopia, Colombia, Palestina, Libano, Congo, Somalia, Mongolia, Siria, Armenia, Iraq, Sudan, Nigeria, Afghanistan, Pakistan, Niger.

Le famiglie sono accolte in appartamenti per un periodo di circa sei mesi, prorogabile a seconda dei casi. Durante questo periodo le persone in accoglienza sono seguite dagli operatori di ARCI Solidarietà che curano sia l’accoglienza materiale sia tutta la fase di orientamento ai servizi del territorio (ASL scuola,..). ARCI Solidarietà si occupa della tutela legale, dei rapporti con la Questura di Viterbo per i permessi di soggiorno, della redazione delle memorie da portare in Commissione Territoriale (la commissione valutatrice delle richieste di asilo), dell’orientamento al lavoro e di accompagnare le persone accolte verso una soluzione alloggiativa autonoma alla fine del periodo previsto dal progetto.


NORMATIVA ESSENZIALE


Dichiarazione Universale dei Diritti Umani 1948

Art. 14. Chiunque "ha il diritto di cercare e di godere in altri Paesi asilo dalle persecuzioni".


Costituzione Italiana 1948

Art. 10. Lo straniero al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione Italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge.


Convenzione delle Nazioni Unite relativa allo Status dei Rifugiati 1951, (meglio nota come "Convenzione di Ginevra")

Art. 1 sezione A, il rifugiato è colui il quale "avendo il fondato timore d'essere persegiutato per la sua razza, la sua religione, la sua cittadinanza, la sua appartenenza a un determinato gruppo sociale o le sue opinioni politiche, si trova fuori dello Stato di cui possiede la cittadinanza e non può o, per tale timore, non vuole domandare la protezione di detto Stato; oppure chi, non avendo cittadinanza e trovandosi fuori del Paese in cui aveva residenza abituale a seguito di tali avvenimenti, non può o non vuole tornarvi per il timore di cui sopra"


NUMERI RIFUGIATI


RIFUGIATI PER NAZIONE*



Germania: 578879

Gran Bretagna: 299718

Francia: 151789

Italia: 38068

*Dati aggiornati a giugno 2009


SPORTELLO MIGRANTI

ARCI Solidarietà Viterbo effettua uno sportello gratuito di informazione legale e di integrazione lavorativa per tutti i migranti.

TUTTI I MARTEDI DALLE ORE 15 ALLE 17

Non c'è bisogno dell' appuntamento, basta venire in sede ARCI, via Garibaldi 34 - Viterbo, e aspettare il proprio turno

Per qualsiasi informazione il numero è: 0761326513


SETTORE DETENZIONE

Dal 2005 ad oggi ha attivato, attraverso lo strumento della convenzione con la Direzione della Casa Circondariale di Viterbo e l’Ufficio di Esecuzione penale Esterna, uno sportello di Ascolto, Informazione e Orientamento sociale rivolto a tutte le persone detenute presso le sezioni di Media ed Alta Sicurezza.

Dal 2007 ad oggi ha attivato uno sportello di informazione e sostegno rivolto ai “Nuovi Giunti”.

Dal 2007 le attività di sportello si sono arricchite delle competenze dei mediatori culturali che offrono alla popolazione detenuta e agli operatori penitenziari il servizio di interpretariato linguistico e di mediazione culturale. Le attività di mediazione culturale sono state realizzate con progetti finanziati dalla L. 286/98 e con i fondi relativi alla L.R. n. 7/2007.

Dal 2005 promuove attività culturali e formative quali: laboratori di teatro, laboratori di lettura e scrittura creativa, cineforum, laboratori artigianali.



SETTORE INFANZIA E ADOLESCENZA

Dal 2008 ad oggi ha attivato un servizio di ludoteca rivolta a tutti i bambini dai 3 agli 11 anni presso i locali del Primo Circolo Didattico di Viterbo.
La ludoteca propone attività invernali ed estive. Il progetto si basa sull’offerta di laboratori (educazione ambientale, arti manipolativi, arti figurative, teatro danza, musicale) e su attività di aiuto compiti nel periodo invernale.