venerdì 16 novembre 2012

Ludoteca 2012-2013











20 Novembre 2012
 
Il 20 Novembre viene celebrata la giornata universale dei diritti dell'infanzia. L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1954 raccomandò a tutti i paesi di istituire una "Universal Children's Day" - Giornata Universale dell'Infanzia - da celebrarsi come giornata promotrice di comprensione reciproca tra i bambini e di attività per il benessere dei bambini di tutto il mondo. La data del 20 Novembre fu scelta in memoria del giorno in cui l'Assemblea Generale adottò la Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo (nel 1959) e la Convenzione sui Diritti dell'Infanzia (nel 1989). .

L’Italia ha ratificato la Convenzione il 27 maggio del 199 ; in tutto il mondo è, tra gli accordi internazionali in difesa dei diritti umani, quello più ratificato. Ad oggi, infatti, sono 193 gli Stati Membri ad aver ratificato la convenzione; soltanto due - la Somalia e gli Stati Uniti – non hanno ancora conferito alla Convenzione sui Diritti dell'Infanzia valore legale, sebbene entrambi i paesi l'abbiano già firmata.

In Italia un passo importante in questo senso è stato fatto il 22 giugno 2011, quando il Senato ha definitivamente approvato all'unanimità il Disegno di Legge n. 2631 recante l'istituzione dell'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza.

Figura presente anche a livello regionale e provinciale, che ha tra gli altri anche il compito di vigilare sull'applicazione nel territorio regionale della Convenzione sui diritti del fanciullo.

La nascita della figura del Garante ha dato attuazione all'articolo 31 della Costituzione oltre che a una serie di convenzioni e atti internazionali, fra i quali oltre a quella sui diritti del fanciullo di New York , la Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali e quella europea sull'esercizio dei diritti.

L’Associazione Arci Solidarietà Viterbo presente sul territorio dal 2008 con il Settore Infanzia e Adolescenza, partecipa ogni giorno a costruire in conformità ai principi proclamati nello Statuto delle Nazioni Unite, “il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, che costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace del mondo”. Rilanciando il senso e il valore della funzione educativa non formale e informale dell’associazionismo, per offrire alle nuove generazioni e alla comunità educante (adulti, famiglie, istituzioni) gli strumenti per affrontare il grande cambiamento necessario, un punto di riferimento pedagogico, ma anche operativo, per superare l’idea imperante che l’individualismo e l’arrivismo siano vincenti rispetto al senso di comunità, che il competere vinca sul cooperare.


Federica Forieri
Settore Infanzia e Adolescenza
Arci Solidarietà Viterbo

Nessun commento:

Posta un commento