sabato 14 luglio 2012

Solo ora questa città si rende conto della natura violenta di Casa Pound?

Massima solidarietà a Filippo Rossi.

Esiste però una serialità che non può più essere ignorata!




"In merito ai fatti accaduti venerdì sera, quando una squadraccia di Casa Pound ha aggredito il direttore di Caffeina Filippo Rossi, Arci Viterbo esprime la propria solidarietà per le vittime di un atto così vile e arrogante.
E' lunga la lista degli aggrediti da Casa Pound a Viterbo e non solo, ed è ora che le istituzioni e gli amministratori, gli stessi che finora hanno concesso spazi e sostegno politico a Casa Pound, prendano atto della vera natura di questo soggetto che gode di finanziamenti pubblici come ogni altra associazione.
Ora si alzerà il coro degli indignati, molti dei quali sono rimasti silenziosi di fronte alle brutali e numerose aggressioni che hanno tormentato per anni la vita della nostra città, gettandola in un clima di intimidazione.
La nostra associazione, che negli anni scorsi ha subito ingiurie e intimidazioni da Casa Pound, chiede agli amministratori di smettere di dare garanzie politiche a questo movimento, condannandone duramente una volta per tutte le azioni.
Non è possibile che nel cuore di Viterbo si manifestino in maniera ripetuta (pensiamo anche all'incursione di Casa Pound alla Sala Gatti un anno fa) episodi di questo tipo. Quello di ieri è stato un tentativo muscolare di silenziare chi, da destra, non vuole più dare spazio politico ad un movimento violento e antidemocratico"


Comunicato Stampa ARCI Viterbo

Nessun commento:

Posta un commento