giovedì 14 ottobre 2010

Barbieri. Il Salone di Z*** a Viterbo

“Storie di lavoro” è un progetto ideato e diretto da Ferdinando Vaselli, con la collaborazione dell’Associazione Culturale Percorsi (circolo Arci) ed inserito nella programmazione dell'Accademia della Tuscia - Officina Culturale della Tuscia, vincitrice del bando "Officine Culturali" della Regione Lazio, Assessorato Cultura Arte e Sport.
Domenica 17 Ottobre è la volta dello spettacolo Barbieri. Il salone di Z *** presso Silvia Pontani hairstylist a Viterbo.

Due spettatori alla volta, ogni dieci minuti, rigorosamente su appuntamento dalle ore 17 alle 20, saranno immersi in una performance sensoriale e sprofondati in prorasi, prodotti, profumi. E via, shampoo-taglio-lozione e ancora barba pennello e sapone.

L'ingresso è gratuito ma data la particolarità della fruizione della performance (due spettatori ogni dieci minuti) è obbligatoria la prenotazione al numero 393.9211339.

LO SPETTACOLO Il salone del barbiere da uomo è un universo di profumi nebulizzati, di mantelli bianchi a svolazzo, cavallini di metallo e ritmiche sforbiciate: con i denti, con il filo, a macchinetta, da ritocco.
Il barbiere parla e sta zitto, ascolta, ricorda e dimentica, confessa e assolve. Tutti passano e lui resta. Il barbiere ti conosce e non ti nota, ti friziona col panno caldo, ti ammorbidisce col pennello, ti accarezza la gola con una lama affilata. Il barbiere è nobile e abile, è scurrile e ignobile. Il barbiere è un mondo allo specchio.
Il progetto Barbieri è articolato in tre produzioni - un documentario video, una performance sensoriale, uno spettacolo teatrale - che mirano a restituire le atmosfere, i profumi e gli aneddoti dei vecchi saloni per barba e capelli da uomo e che ne colgano le possibili e imprevedibili derive fantastiche e surreali.

con Roberto Caccavo Marco Di Costanzo Stefano Parigi, ed un video di Jean-François Fardulli produzione teatro dell'elce progetto vincitore del bando Emergenze Creative 2010 Comune di Firenze.

IL PERCORSO DI LAVORO PER LA CREAZIONE DELLO SPETTACOLO Tra gennaio e aprile 2010 la compagnia ha condotto una serie di interviste ai barbieri da uomo fiorentini, in seguito confluite nel documentario Barbieri, realizzato dal video-maker Jean François Fardulli. Le diverse testimonianze compongono il ritratto di un mondo che sta scomparendo: i tempi e le dinamiche della società contemporanea non sono più compatibili con i tempi da lavoro artigianale dei vecchi barbieri. Alla malinconia per un mondo perduto si associa la dichiarazione di una passione sfrenata per il proprio mestiere, da curare nel dettaglio, da assaporare ogni giorno, da non smettere mai.
Il documentario viene proiettato a ciclo continuo nella sala de Il salone di Z***.

Il salone di Z*** è una performance sensoriale per due spettatori alla volta. Gli spettatori sono bendati e immersi nelle atmosfere sonore, tattili e olfattive di un salone di barbiere per il tempo di una barba. Uomini e donne fanno l'esperienza, ormai sempre più rara, del rasoio, dei profumi, del pennello con il sapone, del panno caldo, mentre intorno a loro la vita del salone si svolge, come ogni giorno, tra tagli di capelli, musica, clienti che entrano ed escono, leggono il giornale.
Il salone di Z*** è stato presentato in anteprima il 5 maggio 2010 al Teatro Cantiere Florida di Firenze con il titolo provvisorio Barbieri - Performance sensoriale.


"La differenza tra l'impostazione del taglio da uomo e l'impostazione del taglio da donna, è che il taglio da uomo è da uomo e quello da donna è da donna"

dall'intervista a un barbiere fiorentino

17 ottobre 2010 dalle ore 17.00 alle 20.00

Presso Via San Lorenzo 52 Viterbo

Spettacolo per due spettatori ogni 10 minuti

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria al numero 393.9211339

Nessun commento:

Posta un commento